Paura di fare il salto, cerco info e consigli

ApheX

New member
2/4/24
1
0
Torino/Bari
Ciao a tutti.

È da qualche tempo che seguo il vostro forum per farmi una cultura sulla materia. Ho 34 anni e ho cominciato ad avere i primi segni di aga verso i 20, ma fortunatamente non ho avuto una progressione molto aggressiva. Questo mi ha permesso sempre di camuffare il problema con acconciature ad hoc, cosa che faccio tutt'ora, senza mai ricorrere a rimedi che rifiuto come le polverine varie. A partire da due anni fa però la situazione si è complicata: ho ancora un discreto numero di capelli, ma le stempiature sono ormai ampie 5,6 cm, l'hairline è arretrata al centro e i capelli stanno diventando superfini su tutta la testa, il che li rende fragili e difficilmente gestibili, oltre che evidentemente radi a capello bagnato. Per rallentare il processo due anni fa iniziai la terapia con fina topica e integratori vari, no minoxidil. Adesso però facendo le mie valutazioni ho escluso il trapianto perché non penso che sarei un buon candidato per un risultato ottimale (capelli troppo sottili e diradamento diffuso) e perché l'idea di prendere questi farmaci ormonali per decenni non mi esalta. Quindi sto valutando di passare alle protesi. C'è chi mi dice che mi sto ponendo il problema troppo presto e che non avrei bisogno, che sarei un pazzo a radermi completamente, ma il fatto è che camuffo il tutto con un capello spettinato medio-lungo e il ciuffo davanti. Porto questo taglio ormai da anni, ma mi sta cominciando ad andare stretto, a diventare sempre più disordinato man mano che i capelli si assottigliano e a risultare anche un po' troppo da ragazzino per la mia età, vorrei poter essere libero di passare ad un look più curato e sano d'aspetto. Soprattutto guardando la mia situazione famigliare, mio padre ed entrambi i miei nonni, so dove vado a parare col tempo. Sono quindi in quella fase che non so se sia capitata a qualcuno di voi, quella in cui hai un po' paura di radere tutto e sei pieno di domande e dubbi, ma sai che prima o poi ti tocca.

Ho capito che il calco e la prima installazione si potrebbero fare anche in autonomia, ma che forse per la prima volta sarebbe meglio affidarsi ad un centro. Non di quelli che ti imprigionano, ma di quelli che ti promettono comunque di insegnarti a gestire in autonomia. Comincia ad essercene qualcuno in giro.

Ho capito che comunque una protesi personalizzata impiega 3-4 mesi ad arrivare nel migliore dei casi, quindi bisogna organizzarsi per tempo.

Ho capito che per iniziare è meglio una skin non troppo sottile e non il lace, che è più difficile da curare. Le nuove v loop mi pare di capire che siano anche molto fragili, ma molto valide esteticamente.

Ho capito che l'installazione si può fare con soli tape, mettendo al limite un po' di colla ad acqua solo nel front, se lo si porta scoperto.

Ho visto poi che l'esperienza con le protesi è molto personale e varia. Ci sono quelli che la presentano, soprattutto su YouTube, come una routine da niente una volta che si è presa la mano. Quasi come farsi la barba. Altri che, pur contenti di portarla da anni, arrivati ad un certo punto hanno rinunciato per il troppo tempo impiegato a curarla e i troppi soldi che andavano via. Dov'è la verità? C'è qualche consiglio o qualche dritta che vorreste darmi in base alla vostra esperienza? Ad esempio, secondo voi iniziare in estate è sciocco?

Ho già letto la guida di Aurora per neofiti. Grazie mille a tutti per ogni aiuto.
 

Aurora

Amministratore
Staff Forum
25/11/11
1,672
197
Salve non e' sciocco iniziare in Estate...ho creato quella guida appunto per i neofiti